Allegro con Brio: Cose che non avremmo sperato di potervi dire

di e con Roberto Mercadini e Guido Catalano
DoveParco della biblioteca Civica, Villa Maioni. Via Vittorio Veneto 138, Verbania
QuandoSabato 6 agosto ore 21.15
In caso di pioggia

Teatro Sant'Anna, Via Belgio 1 - Verbania

Prenotazione
Numero posti200
Posti disponibili-2

🎭Musica🎭

COSE CHE NON AVREMMO SPERATO DI POTERVI DIRE

Di e con Roberto Mercadini e Guido Catalano

 

Le prenotazioni sono chiuse. E' però possibile presentarsi all'ingresso dalle ore 21.00 anche senza prenotazione e saranno assegnati tutti i posti ancora disponibili

 

Due poeti che, secondo molti poeti, non sono veri poeti, ma semplici cabarettisti. E che, secondo molti cabarettisti, non sono veri cabarettisti, ma semplici poeti.
Un reading selvaggio per voci, barbe e occhiali.
Poesie per ridere a crepapelle e per piangere a rotta di collo. Poesie che fanno l’effetto di un cazzotto dritto sul naso. O di 500 negroni. O di baci che asciugano le lacrime. Poesie a forma di cuoricini rosa o di enormi palle di fuoco.

Con titoli, poi, che spaccano: “l’uomo che gli trapiantarono un ordigno nucleare al posto del cuore”, “Re Riccardo III deglutisce un fico”, “cortocircuito con madonne di pongo”, “invidia di Lady Gaga per il sole”.

Insomma, roba che definire “forte” è un eufemismo.

 

Gli autori:

Roberto Mercadini è un poeta, un monologhista, un narratore. Usa l’espressione sarcastica “poeta parlante” per definire la natura composita e variegata del suo lavoro.

Con 150 date all’anno, porta in giro per la Romagna e per il resto d’Italia i suoi spettacoli di narrazione e i suoi monologhi poetici. Su temi che spaziano dalla Bibbia ebraica all’origine della filosofia, dall’evoluzionismo alla felicità.

 

Guido Catalano
Sono nato alle 8.50 del mattino del 6 febbraio del 1971.
A 17 anni ho deciso che volevo diventare una rock star.
Poi ho capito che forse non ce la facevo e ho ripiegato su poeta professionista vivente, che c’erano più posti liberi.
Son quattro anni che non ho una fidanzata e quindici che non ho un gatto.
Ho scritto sei libri di poesie. Gli ultimi due, “Ti amo ma posso spiegarti” e “Piuttosto che morire m’ammazzo”, editi da Miraggi Edizioni, hanno venduto circa 20.000 copie anche se gli addetti ai lavori non ci credono. Tengo letture pubbliche in tutta Italia in un tour infinito – circa centocinquanta date l’anno – ma non sto diventando ricco. Per essere un poeta son troppo di buon umore.

 

 

Prenotazione consigliata
In caso di tempo sfavorevole la prenotazione garantisce il posto in teatro.
E' necessario presentarsi entro le ore 21.00 perché la prenotazione sia valida.

Destinatari:Adulti
Biblioteche interessate: